Header Ads

test

IL COLORE NEGLI ANIMALI: I SIFAKA: i Sifaka

Gli antropologi Stefania Dall'Olio, Ivan Norscia, Daniela Antonacci ed Elisabetta Palagi, ricercatori del Museo di Storia naturale e del territorio dell'Universita' di Pisa, hanno pubblicato il loro studio sulla rivista scientifica internazionale "PlosOne".

La ricerca riguardava i sifaka, una specie di proscimmia del Madagascar, e i segnali frontali (quindi sul muso e sul petto) che influenzano le scelte sessuali.


I maschi di sifaka infatti possiedono una ghiandola sul petto che serve loro per rilasciare odori per la competizione maschile, per attirare le femmine e per la difesa territoriale. I maschi piu' attivi e abili nella deposizione di queste tracce odorose hanno il petto scurissimo. Nel tempo si è creato nella specie quello che viene chiamato "bimorfismo maschile" cioè la contemporanea presenza di maschi dal petto chiaro e dal petto scuro.


A quanto pare le femmine prediligono i compagni dal petto scuro ma è stato registrato anche che i primati dal petto chiaro, per poter competere, cercano di convincere la femmina a sceglier loro aumentando l'offerta di "grooming" o spulciamento, azione tipica dei primati volta all'igiene del gruppo quanto al consolidamento dei rapporti sociali e quindi la "pace" all'interno del gruppo stesso. Questa tattica alternativa non fa raggiungere ai maschi dal petto bianco le stesse possibilità di quelli dal petto scuro, ma permette loro di essere quanto meno maggiormente competitivi.
Insomma, se non siete proprio splendidi, provate con le moine!

Nessun commento